10.24.2014

SECOND CHANCE SUMMER - Morgan Matson (eng)

Second Chance summer di Morgan Matson è stato capace di stritolarmi il cuore come solo pochi libri sanno fare. La storia inizia in procinto delle vacanze estive, quando la diciassettenne Taylor e la sua famiglia si stanno dirigendo verso la casa delle vacanze nelle Pocono Mountains. Taylor è da un pezzo che non ritorna in quel luogo che da piccola aveva sempre amato, ma quest'anno è diverso, perché per il padre malato di cancro, sarà l' ultima estate. La giovane non è molto contenta, e non solo perché ritornare lì significherebbe definitivamente dare inizio ad uno degli ultimi momenti che vivrà con suo papà, ma perché potrebbe rischiare di incontrare alcune persone che preferirebbe non rivedere, come Lucy, la sua ex migliore amica e Henry, il ragazzino con cui cinque anni prima, ad appena dodici anni, stava condividendo delle emozioni molto più forti della semplice amicizia. Lo so che qualcuno di voi starà affermando: "No, non è possibile, un' altra storia che parla di cancro", ma vi prego di fare una bella riflessione sulle differenze che esistono fra una storia di cancro che mira a farci sborsare soldi e una storia di cancro che, invece, vuole farci pensare su quanto sia importante vivere la vita al massimo. 

L' aspetto più interessante di questo libro è che è incredibilmente veritiero, e non mi riferisco  solo al modo in cui viene vissuta e narrata la malattia del padre di Taylor, ovviamente, ma proprio alle semplici cose, come al modo di vivere che ha la sua famiglia, le inevitabili litigate, i rapporto fra fratelli e sorelle, le chiacchere con le amiche o le emozioni genuine che Taylor prova per Henry. Non so come spiegarlo, ma questo libro mi è risultato molto familiare, forse proprio perché spesso ho riscontrato dinamiche che vedo anche nella mia di famiglia e di conseguenza sin dalla prima pagina mi sono sentita un po' come a casa.

Un altro aspetto che penso degni di essere menzionato è che la Matson dà più importanza alla crescita personale della protagonista, senza sentirsi obbligata di doversi  concentrare a tutti costi sulla relazione fra lei e il bel Henry, solo perché questo il libro è indirizzato maggiormente a giovani lettrici. Con questo non voglio dire che non ci sia romanticismo, anzi, solo che la crescita di Taylor, da timida e normale diciassettenne piena di paure e insicurezze a ragazza più consapevole della sua forza, viene messa di sicuro in primo piano. Dolcissimi i rapporti che Taylor  ha con sua sorella e con suo fratello: ho trovato meraviglioso il fatto che, nonostante questi tre fratelli non mostrassero mai i loro sentimenti, sembrando a volte quasi freddi e distaccati, in realtà provassero un rispetto e dei sentimenti incredibilmente profondi l' uno per l' altro.

La parte finale del libro mi ha stravolta molto più di quanto avrei mai pensato. Sebbene fosse chiaro già dal primo capitolo l' epilogo della storia, era da tanto tempo che non mi ritrovavo all' una di notte con i lacrimoni che mi scendevano giù dalle guance. Si può dire senza tanti problemi che Second Chance summer è un grande inno all' amore, completo e irrazionale. Provate a pensare a tutti i tipi di amore, da quello per un padre a quello per un fratello, per un ragazzo e persino per un animale, e in parte potreste già capire cosa vi aspetta dentro questo romanzo. Io mi sono molto affezionata a questa storia, alla sua semplicità e genuinità e sono troppo felice di averne fatto parte per un po' durante la lettura. Spero tanto venga pubblicato anche da noi, questo libro è una piccola meraviglia che sa perfettamente come scaldare un cuore.


Inedito in Italia. CASA EDITRICE: Simon and Schuster.

Restate collegati :D
- Sole -

10.11.2014

LA STANZA DELLE MERAVIGLIE - Brian Selznick

La stanza delle meraviglie è una storia che definirla semplicemente "per bambini" sarebbe quasi dispregiativo. In effetti, è un vero e proprio viaggio alla ricerca di sé stessi, e per noi, un vero e proprio viaggio all' insegna delle emozioni.

Il libro narra le vicende di Ben, un bambino sordo da un orecchio sin dalla nascita, che ha da poco perso la madre in un incidente stradale. Durante una notte di malinconia, il bambino scappa dalla casa degli zii per andare a casa sua e ritornare in contatto con la madre tramite i suoi oggetti quotidiani. Fra le sue cose, scopre un libro intitolato La stanza delle meraviglie e un numero di telefono che capisce essere appartenuto al padre che non ha mai conosciuto. Quando si avvicina al telefono per comporre il numero però, il destino vuole che l' apparecchio venga colpito da un fulmine rendendo il ragazzino completamente sordo. Quando Ben si troverà in ospedale  prende una decisione piuttosto forte: quella di scappare per cercare il padre. Parallelamente intanto l' autore ci porta indietro nel tempo e ci narra la storia di Rose, una ragazzina anche lei sorda e che cerca con tutte le sue forze di trovare un perché e una voce in quel suo mondo silenzioso.

La particolarità di queste due storie è che quella di Ben è scritta, mentre quella di Rose è completamente narrata sottoforma di bellissime e spettacolari sequenze disegnate. Alt, non pensate nemmeno per un istante che i disegni possano farvi perdere il filo del discorso o rendere la storia meno importante rispetto a quella di Ben, assolutamente no, i disegni di Brian Selznick, infatti, hanno la capacità di trascinarti in un mondo incredibilmente vivido e non mi vergogno di dire che leggevo le parti scritte più rapidamente proprio perché non vedevo l' ora di arrivare alle parti disegnate.

Ecco alcune pagine: 





Non vi dico altro della trama perché è meglio che voi assaporiate i colpi di scena e seguiate la storia come veri investigatori, cercando di collegare i fatti di Ben con quelli di Rose e viceversa. Ciò che posso dire però, è che questa è una storia incredibilmente coraggiosa, che tratta di due giovani ragazzi con un problema che nei libri viene trattato tanto poco quanto nella nostra realtà. Sebbene le parti drammatiche non manchino, l' autore non vuole farci impietosire, bensì enfatizza questo loro problema trasformandolo in uno speciale super potere che permette di vedere il mondo attraverso una prospettiva più silenziosa, ma intensa e piena di vita. 

Ok, ormai avete capito che questo libro mi è piaciuto tantissimo, quindi non solo ve lo consiglio, ma praticamente ve lo impongo! Ve lo impongo perché questo librone che pesa quanto un mattone e si mimetizza innocuo fra gli scaffali di libri per bambini, nasconde una delicatezza e sensibilità tale che non penso potremmo trovarla in altri romanzi anche se ci sforzassimo di cercarla.   


Una delle letture più belle dell'anno!


Casa editrice: MONDADORI. Pagine: 649. Prezzo: EURO 16.00.
Titolo originale:WONDERSTRUCK.


Restate collegati :D
- Sole -

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...