12.27.2013

Books Thoughts: #1: LE MIE 5 SERIE TV PREFERITE TRATTE DAI CLASSICI

Non so voi, ma se c'è una cosa che amo ancora di più dei film tratti dai libri, sono le serie tv. Se poi la serie tv in questione è d'epoca, allora posso anche dimenticarmi del mondo attorno a me, perché so già da principio che rimarrò incollata davanti al televisore o al PC finché qualcuno non mi minaccerà con l'affermazione: "Se non spegni subito ti stacco la spina!". Per ovvie ragioni di copione nei film sono presenti tanti tagli per far si che quei 120 minuti (poco più, poco meno)  di riprese siano sempre intensi e ben fluidi. Nelle serie tv, invece, la possibilità di inserire quei piccoli dettagli, che non servono a molto, in effetti, ma a cui noi lettori siamo teneramente attaccati, aumenta. E così ecco che ci ritroviamo a riassaporare quella storia letta tanti anni prima, o a conoscerla da zero, attraverso personaggi e ambientazioni reali. A volte non tutto è come ci aspettavamo, a volte un attore non rappresenta bene la nostra idea di quel personaggio, ma altre volte, invece, una serie TV è così ben riuscita da ottenere la nostra piena approvazione. Ecco la mia modestissima lista, in senso crescente, delle cinque serie tv che amo alla follia.

 5. TESS DEI D'UBERVILLE


Tratto da uno dei più celebri lavori di Thomas Hardy, Tess dei D'Uberville è un romanzo ambientato nell'Inghilterra del XIX, commuovente e molto forte. Il libro e la serie realizzata dalla BBC presentano diverse differenze, anzi, sicuramente la serie ha un'aurea più positiva rispetto al libro che invece lascia poco spazio all'ottimismo, ma quei caratteri importanti sono ben evidenti e comuni.


Immersi nelle straordinarie visioni delle brughiere inglesi, conosceremo una storia non adatta a tutti i gusti, che parla di una giovane donna sognatrice e aperta all'amore che viene colpita dal fato crudele, da violenze orribili che la costringeranno a diventare custode di un segreto, per quell'epoca estremamente contro la morale.                                                  

4. CIME TEMPESTOSE


Cime tempestose di Emily Brontë è un romanzo che non piace tutti. Io stessa durante la lettura tendevo a discriminarlo un po', perché diversamente da quanto avviene di solito, i protagonisti, per i quali dovremmo provare subito affinità, sono i "cattivi" della situazione, mentre  i cattivi non sono altro che povere le vittime delle scelte dei protagonisti.  



Devo ammettere, però, che una volta concluso mi ha fatto riflettere molto. Si tratta di una storia d' amore molto particolare, in effetti, ma non per questo meno potente e sentita di una coppia che stimiamo e apprezziamo. Sono state realizzate parecchie trasportazioni cinematografiche di questo romanzo, ma per me la migliore rimane la nostra miniserie che vede come attori alessio Boni nei panni di Heathcliff e Anita Caprioli in quelli di Catherine.

 3. ORGOGLIO E PREGIUDIZIO
  

Come poteva mancare la signora del romanticismo in questa lista? Come? Esatto, non poteva! Se leggere un libro di Jane Austen ti mette già di buon umore, allora immaginate come possa essere guardare un film tratto dai suoi straordinari capolavori. Sarò banale ma per diverse ragioni Orgoglio e pregiudizio è, e rimane, il mio romanzo preferito dell'autrice, e giuro solennemente di aver guardato tutti i film e le serie TV realizzate fino ad oggi.



Dalle miniserie  in bianco e nero, al film di più successo del 2005 con la meravigliosa Keira Knightley, tutte, eppure la mia preferita rimane la serie del 1995, formata da sei episodi, con il bel Colin Firth nei panni di Darcy. Il film è dotato di maggiore spigliatezza e modernità, ne sono consapevole, ma se amate Orgoglio e Pregiudizio ossessivamente, non potete farvi mancare questa serie uguale al libro nei minimi dettagli.

2. NORD E SUD


 Ed ecco che arriviamo alla mia ultima ossessione cotta, Nord e Sud di Elizabeth Gaskell. Questo classico ottocentesco, purtroppo, è poco noto qui in Italia, ma all'estero rappresenta un vero e proprio pilastro della letteratura. Nonostante questo romanzo sia stato scritto, appunto, più di 150 anni fa è in  realtà una storia modernissima. Non è solo la  narrazione della storia d'amore a farmi dire questo, quella non ha mai età, ma le descrizioni delle diverse classe sociali, le lotta per diritti dei lavoratori e la valorizzazione dei sindacati, per esempio.


Ho apprezzato questo libro, inoltre, perché, per una volta, il bel imbusto riccone della situazione (Richard Armitage...e ho detto tutto!) è un uomo nato senza tanti soldi, che, però, rimboccandosi le mani sin da giovane è riuscito a diventare un potente uomo d'affari. La serie TV della BBC, formata da 4 episodi, racconta questa storia alla perfezione. Le ambientazioni sono minuziosamente accurate, i dialoghi e le musiche azzeccatissime e gli attori scelti per interpretare Margaret e John, meravigliosi! Leggetelo e guardatelo... SUBITO!

1. JANE EYRE


Jane Eyre di Charlotte Brontë è stato, ed è ancora, il mio primo amore. Se mi dicessero di salvare un solo classico dalla mia libreria, probabilmente, no anzi, sicuramente, sarebbe proprio questo. Ho letto il libro più volte, in italiano e in inglese, e per me è sempre una gioia enorme immergermi in questa romantica storia dalle sfumature dark. Di versione di questo romanzo ne abbiamo a volontà: c'è lo straordinario film di Zaffirelli che, nonostante l'età non perde mai il suo fascino,  l' ultimo uscito nel 2011 con quel gran gnoccone di Fassbender e la bravissima Mia Wasikowska, ma la mia preferita rimarrà sempre la miniserie firmata BBC nel 2006 ( sì, adoro le serie della BBC, se non l'avevate capito!) , composta da quattro struggenti episodi.



Con questa serie abbiamo modo di vedere ogni sfumatura del romanzo, anche quei piccoli dettagli che noi lettori appassionati di questa storia amiamo tanto, ma sopratutto i due protagonisti sono interpretati da due attori che calzano a pennello il ruolo di Jane e dello scorbutico Rochester. Se anche voi amate le storie romantiche molto travagliate, con sottofondo una bellissima brughiera e un castello oscuro, vi piacerà di sicuro.

**********

Allora, avete già letto alcuni di questi libri? Oppure avete visto le serie che ho citato? Fatemi sapere.

Restate collegati :D


- Sole -

12.19.2013

PER UNA VOLTA NELLA VITA - Rainbow Rowell

Fra le pagine di Per una volta nella vita, Rainbow Rowell ci insegna il significato della parola amore, ma non attraverso un tradizionale romanzo  romantico ambientato fra i banchi di scuola, bensì tramite le voci di due personaggi atipici, che vi assicuro, essere talmente unici da risultare indimenticabili.
Eleanor e park si incontrano una mattina, sull' autobus scolastico. Lei, nuova in città, così buffa e ingombrante, attira subito l’attenzione di Park, il ragazzo mezzo asiatico che, a differenza sua, cerca di starsene sempre in disparte, con le cuffie ben salde in testa o disperso fra le pagine di qualche fumetto.

[...] La ragazza nuova prese fiato e venne avanti. Nessuno la guardava. Anche Park si sforzò di non farlo, ma era come non guardare un’eclissi o un treno che deraglia. E la ragazza era proprio il tipo di persona che si cacciava in situazioni del genere. Perché, oltre a essere nuova, era pure grossa e imbranata. Con una chioma riccia riccia e color rosso fuoco, per giunta. Senza contare che era vestita come… come una che volesse attirare l’attenzione. O che si rendesse conto di come fosse conciata. Portava una camicia scozzese, da uomo, cinque o sei collane strane al collo e dei foulard avvolti attorno ai polsi. A Park faceva venire in mente uno spaventapasseri o una di quelle bamboline scacciaguai che sua madre teneva sul comò. Una cosa che in pasto al mondo non sarebbe sopravvissuta.

Come potrete aver capito dal breve estratto, non assisterete a un colpo di fulmine, no, quello lo lasciamo per romanzi di un altro genere. Il loro "rapporto"  è definito inizialmente da quei trenta minuti di tragitto, mattina e pomeriggio.  Park è un ragazzo di buona famiglia, che gode di discreta popolarità, mentre Eleanor è esattamente la ragazza perfetta da prendere di mira e per le prime settimane non scambiano parola, non si guardano, addirittura evitano di sfiorarsi anche solo avvertitamente.Tutto, però, prende una piega diversa quando Park scopre che la strana compagna di sedile legge i suoi fumetti con la coda dell’occhio.

La ragazza leggeva i suoi fumetti. All’inizio Park pensò che fosse sole la sua immaginazione. Si sentiva osservato, ma ogni volta che si girava a guardarla la vedeva con la faccia rivolta verso il basso. Alla fine si rese conto che lo fissava proprio in mezzo alle gambe. Non con malizia. Guardava l’albo a fumetti, perché le si muovevano gli occhi. Non sapeva che una persona rossa di capelli potesse avere gli occhi castani. (E nemmeno che si potessero avere dei capelli tanto rossi o una pelle tanto bianca.) Gli occhi della ragazza nuova erano più scuri di quelli di sua madre, scurissimi, come buchi in faccia. Detta così suonava come una cosa brutta, invece non lo era. Anzi, forse era la cosa più bella che avesse. [...]

Il loro amore nasce così: fra letture silenziose, sguardi timidi, fumetti e cassette di musica prestate.  Piano, discreto, eppure rumoroso come una bomba. Andrete incontro a conversazioni dolcissime, episodi divertenti e momenti intensissimi che più di una volta mi hanno trascinato verso l’orlo delle lacrime o rischiato un infarto precoce.
[...]Park stringeva ancora un capo del foulard, strofinando pigramente la seta tra le dita. Eleanor gli fissò la mano. Se l’avesse guardata adesso, le avrebbe letto in faccia tutta la sua stupidità. Eleanor sentì quasi il viso squagliarsi. Se Park l’avesse guardata adesso, avrebbe capito tutto. Invece non la guardò. Si avvolse il foulard attorno alle dita finché la mano di lei non rimase sospesa nello spazio che li divideva. Poi le scivolò con le dita avvolte di seta nel palmo aperto. Ed Eleanor si disintegrò.


Se già non bastassero le risatine o le opinioni cattive nei confronti di questo nuovo sentimento, le insicurezze di Eleanor prendono il sopravvento: come può uno come Park amare una come lei? Si chiede spesso. Lei che di perfetto non ha nulla, lei che ha l’aspetto di un clown, lei che si vergogna della sua famiglia sfasciata, del patrigno sempre ubriaco e violento?
Con capitoli brevi e alternati, entriamo nelle teste di Eleanor e Park, due giovani ragazzi spontanei e talmente reali da essere pieni di difetti proprio come noi, che s’incontrano in un mondo ingiusto e pian piano s’innamorano. Non aspettatevi troppe smancerie o frasi da baci Perugina in questo libro, tanti sono gli argomenti che si affrontano, molti dei quali crudi e delicati, ma la Rowell ci fa capire che è proprio vero che l’amore non ha regole o pregiudizi, e che quando arriva, così silenzioso e impertinente, semplicemente arriva e non bisogna voltargli le spalle.
Una delle letture più belle e complete dell’anno, non per niente Per una volta nella vita è stato nominato dai lettori di Goodreads come il miglior libro del 2013 nella categoria Young Adult fiction.


Semplicemente perfetto!

Titolo originale: Eleanor and Park. Casa editrice: Piemme. Pagine: 349. Prezzo: euro 15,50.
Restate Collegati :D

- Sole -

12.02.2013

ONYX - Jennifer L. Armentrout

Mi era già successo con La ragazza di fuoco di Suzanne Collins, e ora di nuovo con Onyx: a volte il secondo capitolo di una saga può essere  sorprendentemente migliore rispetto al primo! Obsidian ci aveva lasciati con Katy connessa e legata a Daemon, il quale, alla fine, si era come "dichiarato" a lei, se così si può dire. In Onyx si capisce che Katy prova un sentimento molto forte per lui, anche se cerca di nasconderlo a se stessa perché non è certa che l' affetto di Daemon sia puro o enfatizzato dal legame che li unisce. Katy subirà diversi cambiamenti in questo secondo volume. Non solo vedremo la crescita e la definizione del suo carattere, ma un vero e proprio cambiamento della sua qualità fisica dovuto al legame extraterrestre che la unisce a Daemon, e che la sta trasformando in un ibrido.
Gli ibridi sono forti come gli alieni, pur restando umani, possono avere diversi poteri, ma si stancano prima e ci mettono un po' a "ricaricarsi". Perciò se nel primo capitolo Daemon proteggeva Katy per la scia luminosa che le aveva involontariamente attaccato, in Onyx lui dovrà nasconderla con tutte le sue forze, affinché questa sua nuova natura non venga scoperta dal DOD, il Dipartimento di Difesa, e da altre persone che non vedono l' ora di sfruttare questa povera ragazza. Inutile dire che ho amato follemente ogni scena in cui Katy e Daemon erano insieme, in particolar modo i battibecchi, il loro cercare di evitarsi e i momenti più dolci e intimi. Daemon, perchè qualche parola bisogna spenderla anche per lui, è sicuramente cambiato dal primo libro. È sempre il solito narcisista, un po' bastardo e stronzetto, al quale vorreste dare un bel ceffone ogni tanto, ma in questo libro il suo carattere si ammorbidisce, si addolcisce grazie al suo amore per Katy, senza mai raggiungere livelli di melensa pietosità...non allarmatevi! Oltre alla crescita di Katy, lo sbocciare di una nuova intensa unione e l'incontro con l'enigmatico e affascinante Blake, che porterà non pochi problemi fra i due giovani, durante la lettura di Onyx affronteremo anche momenti tristi e delicati, alcuni dei quali legati a Dawson e alla sua terribile storia, che hanno dato al romanzo un contenuto ricco di sfumature emotive. Con Onyx la saga Lux si afferma essere ancora una volta una storia avvincente e piena d’azione, che si auspica diventare, con i prossimi volumi, sempre meglio!


Ancora non si sa quando uscirà in Italia, si presume nel gennaio 2014, ma la Giunti ha già fatto uscire la cover:




Stupenda, vero? Per una volta non abbiano nulla da invidiare alle cover originali, anzi, direi che è decisamente migliore!
Restate Collegati:D

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...