6.14.2013

UNA LONTANA FOLLIA - Kate Morton

Per chi non conoscesse lo stile della Morton, è utile far sapere che le sue storie si svolgono SEMPRE su due piani temporali diversi.  Nella prima parte di Una lontana follia, ad esempio, ci troviamo nel 1992, in Inghilterra. La nostra protagonista si chiama Edie ed è una giovane editrice. Durante una delle sue sporadiche visite a casa dei genitori, Edie, pensando di essere utile, raccoglie la posta da terra e una lettera in particolare cattura la sua attenzione. La lettera, che sembra provenire da un altro pianeta tanto è vecchia, porta appresso l'indirizzo di Milderhurst Castle, luogo dove sua madre venne sfollata ai tempi dei bombardamenti su Londra, durante la Seconda guerra mondiale. Quando le consegna la lettera, Edie non capisce perché sua madre sia rimasta tanto sconvolta: loro non hanno mai avuto un ottimo rapporto  e del suo periodo che ha passato a Midelhurst Castle,  Meredith, è sempre stata molto vaga e distaccata al riguardo e Edie non ha mai chiesto troppo per evitare di riportare alla luce tristi ricordi. Durante un viaggio di lavoro, però, Edie capita nelle vicinanze di Milderhurst Castle e come trascinata da uno strano filo invisibile che la attrae decide di fare una piccola sosta. Le descrizioni del castello sono un qualcosa di spettacolare. La Morton, infatti, oltre ad essere un'ottima narratrice è anche una profonda conoscitrice del Vittoriano e le tipiche atmosfere cupe, ombrose sono spesso presenti.
Visitando il castello, ora in condizioni pessime, Edie verrà a sapere che le tre sorelle Blythe, quelle che avevano ospitato la madre, sono ancora vive. Percy, Saffy e Juniper non si possono definire normali vecchiette, lo capirete subito appena poserete gli occhi su di loro.  Delineate con aspetti singolari, a tratti inquietanti, avrete voglia di scoprire cosa si cela dietro alla loro stramberia e al lungo isolamento.  E così l'abilissima penna della Morton ci riporta nel 1941, ai tempi della guerra, quando le tre sorelle erano giovani donne, affascinanti e piene di vita. Fra colpi di scena, mistero, e una lontana follia nascosta, noi e Edie scopriremo il perché di molte domande, in uno strepitoso finale che vi farà restare senza fiato e, per quando mi riguarda, tirare giù qualche lacrimuccia.


VALUTAZIONE
★★★ /5

************ 

 Vi auguro una bellissima giornataRestate collegati.

Vostra, 
Marty


6.10.2013

THE SKY IS EVERYWHERE - Jandy Nelson


Quando  lessi la trama di The sky is everywhere per la prima volta, avevo subito capito che il libro era in possesso di un enorme e raro potenziale, ma non avrei mai pensato che, una volta concluso, mi avrebbe lasciato tanto scossa. Siamo in California, Lennie ha diciassette anni, un amore sfrenato per Cime tempestose, per il suo strumento, per la musica, ma soprattutto per sua sorella Bailey che, da quando la loro madre le ha abbandonate, è stata molto più di una semplice sorella. Noi non conosceremo mai Bailey, non direttamente, almeno. Il libro, infatti, inizia dopo la sua morte improvvisa e ci presenta una Lennie sconvolta e assolutamente persa nel suo dolore. Già dai primi capitoli si capisce quanto fosse unita a sua sorella, e come ora sia difficile per lei doversi alzare ogni mattina, nella stessa stanza che avevano condiviso, vestirsi, fare colazione e proseguire la giornata. Proseguire, perché nonostante la sua vita è a cocci, il mondo attorno a lei continua a girare. Eppure fra tutte quelle persone che pensano di riuscire a capire il suo sordo vuoto, c'è una piccola luce, Toby, il fidanzato della sorella


"«Sento la  presenza di Bailey»confesso alla fine, quando la sensazione si è fatta troppo intensa. «Qui, in questa stanza, insieme a noi». Toby alza la testa dall’album di fotografie che sta sfogliando. «Anch’io. È tutta la sera che ci penso», replica sorpreso.
«È così bello», aggiungo, con un sollievo che mi fa pronunciare queste parole quasi senza volerlo.


Dopo lunghe settimane di assenza per Lennie è arrivato il momento di tornare a scuola.  I  suoi compagni non sanno se far finta di niente oppure mostrare il loro conforto, ma in entrambi i casi Lennie fa sempre più difficoltà ad interagire e a comunicare, e per questo comincia a scrivere di Bailey. Scrive dappertutto: su delle buste, in vecchi sacchetti, su pezzi di carta che poi lascia a terra come per chiedere un tacito aiuto da parte chi, trovandolo, avrebbe potuto capire il suo dolore e confortarla.


" L' altro giorno, persa in un momento di nebulosa mentale, l' ho chiamata per sentire quando sarebbe tornata a casa e ho scoperto che il numero era ancora attivo"

Tutto il suo mondo è piatto, i minuti diventano ore e le giornate non sono altro che un susseguirsi di azioni atte a cercare di sopravvivere. Sebbene la sua vita prosegue come una ruota bloccata, durante la sua lunga assenza, un nuovo  ragazzo è arrivato a scuola: Joe. Joe è di origine francesi, bellissimo e frequenta la sua stessa classe di musica. Per Lennie non è difficile perdere la testa per questo ragazzo che sembra essere costantemente circondato da un' aura di luminosità e gioia. Joe non ha mai conosciuto il dolore che comporta una perdita, ma solo sogni, desideri e amore. E con lui inizia a ridere, a ridere per davvero e a sentirsi come di nuovo viva.


 "Joe è il nostro gallo: ogni mattina, dalla sua prima visita una settimana e mezzo fa, arriva all’alba, con la sua chitarra, un sacchetto di croissant al cioccolato appena sfornati e qualche insetto morto per Big. Se non siamo ancora alzati, entra, prepara un bricco di caffè denso come la pece e si mette a
strimpellare qualche malinconico accordo in cucina"


Ma questa voglia di vita la spaventa, perché allontana Bailey e il suo ricordo. Lennie, allora, dovrà decidere se continuare a vivere nel passato grazie al contatto di Toby o a provare a seguire Joe e a costruirsi un nuovo futuro .


VALUTAZIONE

★★★ /5

******************************************

Avete letto questo libro? Vi è piaciuto?


Vi auguro una buona giornata. Restate collegati.

Sole

6.08.2013

RED - Kerstin Gier

  Red  narra, in prima persona, le vicende di Gwendolyn Shepard ragazza sedicenne, scherzosa, ironica e senza tanti pensieri  in mente se non quello di vivere insieme alla sua migliore amica Leslie, una  normale e  spensierata adolescenza. Gwendolyn abita in un antico palazzo di Londra,  pieno di stanze e numerosi passaggi segreti. La sua esistenza quindi potrebbe definirsi quasi perfetta, se non fosse che, assieme alla sua famiglia, deve convivere con l' austera zia Glenda e l' insopportabile cugina Charlotte. Convivere con Charlotte, perfetta in tutto e per tutto, è demoralizzante per Gwendolyn, soprattutto ora che è costretta a seguirla in continuazione per aiutarla in caso lei compisse il suo primo salto nel tempo. Charlotte, infatti, è la prescelta, il Rubino.  Nel suo sangue porta il gene del viaggiatore e da quando è nata è stata addestrata, ammaestrata con lezioni di ballo,  di piano, di scherma ed equitazione, in modo che, una volta compiuto il suo viaggio d'iniziazione, ed entrata a far parte della Loggia Segreta, avrebbe potuto adempire alla sua missione nel modo migliore. Sebbene i sintomi tardino ad arrivare, tutti, compresa Gwendolyn,  sono convinti che prestissimo Charlotte farà il suo primo salto, e così quando lei stessa comincia a sentirsi male crede che il suo sia solo un innocuo malanno stagionale. 

"Lo percepì per la prima volta il lunedì mattina  alla mensa
della scuola. Per un istante provai un senso di vertigine, come quando l'ottovolante
precipita dal punto più alto. Durò solo due secondi, ma fu sufficiente perché 
mi rovesciassi un piatto di purè con la salsa sull' uniforme scolastica."


Inconsapevolmente e del tutto impreparata Gwendolyn compie il suo primo salto nel passato e nel girò di poche ore vedrà la sua tranquilla vita cambiare totalmente. Ora è entrata a far parte della Loggia, dove grazie al Cronografo è in grado di controllare il luogo e la durata dei suoi salti temporali. Proprio qui incontrerà la sua spalla, l'altro viaggiatore che l'aiuterà nelle missioni future: Gideon de Villiers, prepotente, arrogante e irresistibilmente attraente.




" Il giovane aveva capelli mossi che gli arrivavano alle spalle
e occhi verdi, tanto luminosi da farmi pensare che portasse le lenti a contatto."



Sarà così l' inizio di numerosi viaggi nel passato dove la nostra incapace, ma simpaticissima Gwendolyn avrà modo di incontrare l' enigmatico capo della Loggia, il Conte Saint Germain che spinge lei e Gideon a completare il cronografo con il sangue di tutti i viaggiatori del tempo rimasti, in modo da riuscire a chiudere il cerchio e ottenere un tesoro che avrebbe potuto aiutare il mondo intero. Molti anni prima, infatti, due viaggiatori erano riusciti a scappare nel passato perché consideravano sbagliate le finalità del conte. Venuta a conoscenza di questa seconda realtà, Gwendolyn continuerà la sua missione...ma allora perché non riesce a fidarsi completamente del conte e dell' intera  Loggia?


VALUTAZIONE
★★★ /5

************ 


Per chi ha amato questo libro o per chi lo amerà, sono felice di annunciare che  proprio quest'anno è uscito il film. "Rubinrot" purtroppo è apparso solo nei cinema tedeschi, e per questo è nata una petizione affinché le case cinematografiche lo portino anche nelle nostre sale italiane. Nel frattempo ecco alcune scene tratte dal film:




 Vi auguro una bellissima giornataRestate collegati.

Vostra, 
Marty

6.07.2013

HO UN CASTELLO NEL CUORE - Dodie Smith


Probabilmente questo titolo vi dirà poco, ma la sua autrice, Dodie Smith, vi dirà già qualcosa in più.
La Smith non è tanto conosciuta per questa sua opera prima, almeno non qui in Italia, ma piuttosto per il suo secondo capolavoro: La carica dei 101.
Quest'ultimo non l'ho mai letto, e, sinceramente, non so se lo farò mai, ma sono felicissima di essere riuscita a recuperare il suo primo romanzo. In effetti, mancava nella mia libreria una storia scritta in maniera così incisiva e ricca di ideali, ma andiamo a vedere con più precisione di che si tratta.
La protagonista di Ho un castello nel cuore è la diciasettenne Cassandra Mortmain, una ragazza intelligente, acuta, sensibile e innamorata follemente della scrittura. E' proprio grazie a questo suo amore che veniamo a conoscenza della storia. Il libro, infatti, è  interamente narrato dall’acerba penna di Cassandra che ci racconta le  vicende sue e della sua famiglia attraverso un diario, che utilizza come esperimento prima di iniziare la stesura del suo "grande romanzo". Vi prego di non finire di leggere questa recensione solo perché avete letto la parola "diario", questo non è il solito libro-diario noioso e lento, ma è vivo. Vivo, ricco di dialoghi e colpi scena. Cassandra, infatti, è molto fortunata, ha davvero tantissimo da scrivere! La storia è ambientata in castello diroccato in mezzo alle campagne inglesi, in uno spazio temporale non bene identificato (potrebbero essere gli anni 30 o gli anni 40). La famiglia Mortmain è straordinaria: il padre è  uno scrittore, che dopo aver ottenuto molta fama grazie al suo primo libro, è entrato in una profonda crisi  che lo costringe a rimanere sempre chiuso nel suo studio aspettando chissà quale illuminazione, Topaz, la nuova moglie, è una donna un po’ naive che adora la pittura e restare nuda all'aria aperta per sentirsi più in contatto con la natura. Poi c'è sua sorella Rose, bellissima e molto amica con Cassandra, e infine Thomas il piccolo di casa. Tutto, però, diventa più interessante quando a interrompere le loro avventure arriveranno i proprietari del castello, i Cotton. I Cotton sono americani, colti, raffinati e dal momento in cui Cassandra incontra i due figli, Simon e Nail, non immagina nemmeno quanto il suo mondo stia per cambiare. Scritto nel 1949, Ho un castello nel cuore è un grandissimo romanzo di formazione, amore, ed emancipazione che mi ha stregato completamente e che nonostante sia stato scritto un bel po’ di anni fa, rimane ancora molto attuale.

VALUTAZIONE
★★★ /5

************ 

 Vi auguro una bellissima giornataRestate collegati.

Vostra, 
Marty

CIAO A TUTTI!

Ecco, il nostro blog inizia da qui!
Sperando di farvi sorridere e di consigliarvi tanti buoni libri.
 
Benvenuti a in Bookerland!


Restate collegati:D

- Sole e Zanna -


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...